Sono molti anni che ci occupiamo di produzione con i nostri Manager Temporanei, ma mai come in questi giorni siamo subissati da innumerevoli richieste di aiuto.

L’organizzazione di produzione o la sua riorganizzazione nascono sovente da alcuni fattori: modello organizzativo vecchio di stampo “Artigianale”, lentezze, ingorghi produttivi, sprechi , un software gestionale a volte inadeguato o addirittura inesistente.

La combinazione di questi fattori può risultare deleteria in termine di bilancio economico.

Il rammarico di molti imprenditori si concentra in poche frasi: “Facciamo molti straordinari, ma la capacità produttiva non aumenta!”, “La qualità, siamo carenti sulla qualità!”, “I nostri costi di produzione ?!? … in verità non ne siamo certi”, “Produciamo meno che in passato …. e i nostri tempi di consegna si allungano!”, “ Abbiamo a magazzino sempre tutto ciò che il cliente non ordina !”, “Le nostre scorte di magazzino diventano obsolete senza che noi ce ne accorgiamo!”

I nostri Manager Temporanei in questi casi, prima di dare un parere sul tempo necessario alla riorganizzazione, propongo all’imprenditore una pre-analisi dell’azienda di almeno 15 giorni per entrare direttamente in contatto con le problematiche sopra evidenziate.

La pre-analisi ci permette di capire, ove vi fossero, eventuali distorsioni nella percezione della realtà che l’imprenditore può avere della sua azienda.

Chi vive l’azienda da sempre, come l’imprenditore che la ha fondata, percepisce puntualmente che la produzione ha qualcosa che non va, ma non riesce ad identificarne esattamente il motivo, mescolando più fattori non sempre coerenti tra loro.

Più volte si confonde la scarsa produzione e la bassa qualità del prodotto con le capacità dei singoli collaboratori.

Si dovrebbe invece capire che è il modello organizzativo obsoleto o inadeguato e che i collaboratori hanno scarsi o inesistenti strumenti gestionali a loro supporto.

Dopo la pre-analisi i nostri manager Temporanei sono in grado di definire tempi e metodi di intervento con dovizia di particolari.

L’obiettivo sarà di applicare al metodo produttivo esistente la filosofia industriale del Lean manufacturing o Produzione snella.

Ciò significherà:

  • Eliminare lo spreco;
  • Specificare precisamente il valore dalla visione del cliente finale;
  • Identificare chiaramente il processo che consegna valore al cliente (cosiddetto value stream), ed eliminare le fasi che non aggiungono valore;
  • Produrre le rimanenti fasi che aggiungono valore in un flusso senza interruzione, organizzando le interfacce tra differenti fasi;
  • Lasciare che sia il cliente a tirare il processo – non produrre niente fino a che non ce ne sia bisogno, poi produrre questo velocemente;
  • Perseguire la perfezione tramite continui miglioramenti.

Sarà necessario rivedere ogni fase del processo produttivo, analizzandolo in modo globale, al fine di ridurre al massimo la complessità della produzione, puntando sulla sua flessibilità e coinvolgendo fin dall’inizio tutte le funzioni aziendali.

Alcune fasi fondamentali sono:

La progettazione: il prodotto deve essere studiato considerando i problemi inerenti alla sua produzione al fine di evitare successive fasi di riprogettazione che comporterebbero inutili sprechi dovuti al non essere riusciti a “fare bene fin dalla prima volta”.

La produzione: sarà o tenderà al just in time.

Valorizzazione del prodotto: sarà applicata la filosofia della “qualità totale”

Nell’applicare la produzione snella, i nostri Manager Temporanei annulleranno gli sprechi più vari che si possono riassumere in :

  • Sprechi di materie prime
  • Sprechi dovuti a tempi morti
  • Giacenze di magazzino inutilizzate
  • Sprechi di sovrapproduzione
  • Sprechi legati a carenze nei processi
  • Trasporti inutili
  • Prodotti difettosi

Una volta raggiunti anche in parte questi obiettivi, la nuova produzione riorganizzata farà nascere un azienda moderna, veloce, reattiva ad ogni cambiamento del mercato e sempre pronta a rispondere alle nuove esigenze del cliente, senza sprechi e costi industriali insostenibili.

http://www.shortconnection.com

Annunci